06.899286 info@medben.it

Sono la dr.ssa Paola di Giuseppe, fisioterapista con esperienza pluriennale nel campo della riabilitazione. Nel 2012 ho iniziato ad avvicinarmi ad un settore molto particolare, che abbraccia l’universo femminile. Mi rivolgo quindi a tutte quelle donne, ragazze, mamme e signore alle quali è capitato di incorrere in problemi un po’ imbarazzanti…la perdita involontaria di urina, un senso di pesantezza vaginale, una secchezza eccessiva, una ridotta consapevolezza e percezione del perineo – che si traduce spesso in una minor sensibilità durante il rapporto sessuale.

La difficoltà a esporre tali inconvenienti ad altri può, a lungo andare, provocare sensi di inadeguatezza o di avvilimento, portando ad allungare i tempi di intervento specialistico e aggravando sensibilmente il problema che, invece, può essere affrontato e risolto con una specifica terapia di riabilitazione del pavimento pelvico. Tale riabilitazione è completamente indolore e aiuta a riattivare i muscoli perinei, rendendoli tonici ed elastici.

[maxbutton id=”1″]

I muscoli del pavimento pelvico sono soggetti, nel corso della vita, a molteplici sollecitazioni anche importanti, come nel parto, all’origine dei suddetti inconvenienti.

La nostra esperienza nello specifico settore ci ha portato a ritenere che gli interventi chirurgici, che dovrebbero essere comunque l’estrema ratio, da soli, non sempre risolvono il problema definitivamente.

La riabilitazione che viene eseguita è, invece, molto semplice e dovrebbe essere effettuata, come prevenzione, da tutte le donne  per evitare un prolasso genitale, garantire una continenza urinaria e fecale adeguata e mantenere una qualità di vita sessuale soddisfacente, in termini di sensibilità.

Il fisioterapista interviene sui muscoli perinei con l’ausilio di specifici strumenti riabilitativi quali l’elettrostimolazione funzionale e il biofeedback che, attraverso particolari esercizi, inducono quelle giuste stimolazioni necessarie a riattivare la muscolatura, tutto monitorato tramite apposite apparecchiature. Qualora l’intervento del fisioterapista avvenga senza eccesivi ritardi, è possibile ottenere buoni risultati già dalle prime sedute.

Voglio rappresentarvi due casi, assolutamente diversi, due pazienti del nostro centro di fisioterapia Roma che hanno risolto con successo i loro inconvenienti.

 

La prima è una donna di 50 anni, presentatasi a studio con un prolasso della vescica. Si era già sottoposta ad uno specifico intervento chirurgico, ma non era riuscita a risolvere definitivamente la problematica, quindi non usciva più di casa per l’ansia che le creava la continua perdita di urina e la sensazione di stanchezza e pesantezza. Il suo ginecologo/urologo le ha consigliato la riabilitazione del pavimento pelvico, pertanto si è rivolta a noi. Dopo una serie di fisioterapie, la donna ha ripreso una vita sociale normale.

 

La seconda è una donna più giovane, giunta da noi poco dopo il parto, primo figlio, e ha iniziato a sottoporsi alla riabilitazione del pavimento pelvico per un problema di incontinenza urinaria, risolto. Durante la terapia la ragazza, sempre molto assonnata, rappresenta che dormiva poco perché il piccolo aveva continue coliche gassose e non solo soffriva molto lui, ma i genitori non riuscivano a riposarsi. Grazie alla mia esperienza quale trainer in massaggio pediatrico, abbiamo intrapreso insieme un percorso insegnando ai genitori il massaggio per diminuire le coliche gassose, rilassare e tonificare la muscolatura, instaurando tra loro un legame più forte.

[maxbutton id=”1″]

Privacy Policy Cookie Policy