06.899286 info@medben.it

VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI? CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE

+39 06899286

OPPURE INVIA UNA MAIL

8 + 9 =

 

Cos’è e Come Funziona il Laser ad Alta Potenza?

La Laserterapia, chiamata anche Hilterterapia, in fisioterapia ha fatto negli ultimi anni enormi salti in avanti grazie alla tecnologia che ogni giorno offre nuove soluzioni ingegneristiche specifiche per ogni ambito medicale.

Cosa significa la parola LASER?

Laser è l’acronimo di Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation che signifuca: amplificazione di luce per mezzo di emissione stimolata di radiazioni.
Dal primo utilizzo del Laser, intorno al 1960, questa tecnologia ha trovato un campo sempre più vasto di applicazioni. Il laser HILT eroga un fascio di luce rossa con un diametro di 0.5 cm, adatto per trattare qualsiasi punto specifico.
Da cosa nasce l’idea del Laser ad Alta Potenza impulsato?
Il laser nasce dall’ipotesi di creare un fascio di fotoni con particolari caratteristiche fisiche che permettano di ottenere particolari effetti biologici sui tessuti irraggiati. Ovviamente un laser potente ha maggiori possibilità di influire sulla biologia del tessuto, in particolar modo sui tessuti profondi! La difficoltà ad utilizzare un’alta energia era il riscaldamento del tessuto superficiale che poteva provocare ustioni. Con il laser Hilt ad alta potenza è possibile offrire un trattamento con alta quantità di energia e in sicurezza perché non viene applicato un fascio di luce continuo, ma un fascio impulsato. Tra un impulso e l’altro c’è una pausa brevissima, quasi impercettibile, ma è indispensabile far “raffreddare” il tessuto.

laser fisioterapia roma

Di seguito potete vedere l’erogazione di un comune laser ad erogazione continua e un laser ad alta potenza ad erogazione impulsata.

Quali sono i fattori che influenzano i parametri per ottenere lo stimolo biologico?

Lo stimolo biologico tissutale dipende da diversi fattori riguardanti:

  • il tessuto bersaglio, come: la grandezza dell’area, la profondità e le caratteristiche biologiche (che cambiano a seconda che si tratti di tendine, legamento o fascio muscolare);
    le caratteristiche fisiche del raggio laser, come la lunghezza d’onda e la potenza;
  • Lo stadio della patologia: in fase acuta si utilizzano dosaggi energetici diversi da quelli che vengono erogati in una condizione cronica, perché si devono dare stimoli biologici diversi.
    Nella letteratura scientifica non sono stati ancora prodotti dei lavori concordi sulla quantità di energia ceduta in relazione all’area da trattare, allo stato della patologia in considerazione al tipo di laser che viene utilizzato. L’esperienza del fisioterapista è determinante per la buona riuscita del trattamento! Nel nostro Centro di fisioterapia a Roma è vengono utilizzati dispositivi laser ad alta energia e a lunghezza d’onda multipla, per questo motivo i fisioterapisti MedBen sono stati formati nello specifico.
  • La laserterapia è particolarmente indicata nelle patologie muscolo-tendinee e osteoarticolari acute e croniche, ed è utilizzata anche nei protocolli di terapia del dolore. Nel paragrafo seguente sarà approfondito questo tema.

Cosa cura la laserterapia?

Nel nostro centro di fisioterapia di Roma utilizziamo la Laserterapia al’interno del nostro approccio di fisioterapia integrata.
Gli ambiti in cui la laserterapia ottiene ottimi risultati sono moltissimi:

  • Patologia arto-reumatica: artrosi della colonna, artrosi al ginocchio (gonartrosi), artosi all’anca (coxartrosi);
  • Condizioni dolorose alla schiena: dorsalgie, lombalgie e lombosciatalgie; poliartriti di mani e piedi;
  • Condizioni dolorose al tratto cervicale: uncoartrosi, torcicollo, cervicalgia, cervicobrachialgia, colpo di frusta; Miositi, polimiositi e polimialgia;
  • Condizioni dolorose di polso e mano: sindrome del tunnel carpale, tendinite di Dupuytren, Tendinite di De Quervain, dito a scatto;
  • Traumatologia sportiva
  • fasciti plantari e metatarsalgie;
  • distorsioni di caviglia e ginocchio;
  • Infiammazione del corpo di Hoffa;
  • borsite. Ci capita spesso di trattare borsite perirotulea, borsite alla spalla e borsite al gomito.
  • patologie infiammatorie al gomito: gomito del tennista (epicondilite) e gomito del golfista (epitrocleite);
  • contusioni, edemi ed ematomi
  • stiramenti e strappi muscolari. Nel calcio è molto frequente lo strappo muscolare ai muscoli del polpaccio o degli ischiocrurali (che sarebbero i muscoli posteriori di coscia); nel crossfit è molto comune lo strappo del muscolo bicipite; negli sport da salto come la pallavolo capita spesso di avere strappi nel muscolo quadricipite.

Per lo sportivo è molto importante ricorrere ad un trattamento che nel minor tempo possibile gli permetta di riprendere la propria attività ed evitare il rischio che il problema diventi cronico. Nella medicina sportiva come in fisioterapia il laser trova il più alto impiego grazie agli effetti antalgici, alle proprietà antiflogistiche e all’accelerazione delle cicatrizzazioni.

Terapia riabilitativa

riabilitazione motoria articolare dopo la rimozione di apparecchi gessati o interventi chirurgici ortopedici come:
Ginocchio: ciclo fisioterapico post-operatorio a seguito di un intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore;
Gomito: ciclo fisioterapico dopo rimozione placca con viti, utilizzata per una frattura scomposta dell’olecrano;
Polso: ciclo fisioterapico post-traumatico dopo un’immobilizzazione con gesso per una frattura composta del radio;
Caviglia: ciclo fisioterapico post-traumatico dopo un’immobilizzazione di 30 giorni per frattura del malleolo mediale.

Terapia preventiva

Chi ha detto che bisogno per forza star male per essere trattati? Si può anche scegliere di essere trattati per stare bene! Nel nostro Centro di Fisioterapia a Roma effettuiamo cicli di fisioterapia preventiva da anni riscuotendo un ottimo successo tra i nostri pazienti. Come sai, la vita al giorno d’oggi è diventata più frenetica, più stressante, e soprattutto più sedentaria, e questo provoca inevitabilmente dei forti rischi per la nostra salute, soprattutto quella legata al nostro apparato muscolo-scheletrico. Se hai qualche fastidio al collo, se avverti un leggero formicolio alla gamba quando ti alzi dalla sedia, se ti fa male la spalla mentre porti la borsa non soffri di nessuna patologia conclamata ma sappi che sono tutti segnali che ti avvisano che qualcosa non va. Allora perché aspettare che questi piccoli fastidi diventino dolori insopportabili? Sarai valutato da un fisioterapista specializzato che ti spiegherà come poter risolvere i tuoi fastidi.
Nel protocollo di fisioterapia preventiva il laser HILT ha un ruolo chiave nel successo del trattamento!

Altre indicazioni e controindicazioni

Altre indicazioni sono per: cheloidi (cicatrici particolari), ustioni, ulcere vascolari e da decubito. Il laser ad alta potenza accelera e favorisce il processo di cicatrizzazione, inibisce la presenza di superinfezioni microbiche ed ha un effetto ipermizzante con miglioramento della detersione della ferita.

Le principali controindicazioni sono comuni ad altri dispositivi fisici;
Presenza di Neoplasie (tumori);
Età pediatrica;
Donne in gravidanza;
Ferita aperta;
Febbre;
Presenza di Pace-Maker e di altri dispositivi non scollegabili;
Malattie virali e micosi;
Herpes Zooster.
Tutte le altre controindicazioni vi saranno riferite dal fisioterapista al momento della valutazione iniziale.

CONTATTACI per un consulto GRATUITO

ARTICOLI RECENTI

epicondilite

Epicondilite:...
Leggi tutto

Paddle, gli infortuni articolari

Introduzione Infortuni...
Leggi tutto

Ernia cervicale, cosa fare cure e rimedi

Un po’di anatomia: cosa...
Leggi tutto

Trattamento fisioterapico della distorsione alla caviglia

Cosa si intende per...
Leggi tutto

Pubalgia

Sintomi della pubalgia...
Leggi tutto

CONTATTACI

Via Campania, 37 - Roma +39 06 899286

8 + 2 =

DOVE SIAMO